Guide speciali per (ri)scoprire Londra

(la bella foto qui sopra è di Chiara del blog Il Pranzo di Babette)


When a man is tired of London, he is tired of life.
(Samuel Johnson)

La prossima volta che vado a Londra metto in valigia i consigli golosi di una foodblogger italiana che vive a Parigi e la guida “for the curious” che ho trovato nella ricca sezione di libri di viaggio da Cargo. Due guide speciali per chi vede Londra la prima volta o per chi ci ritorna dopo averla visitata una, due, tre o 100 volte. Perchè c’è sempre qualcosa di Londra che merita di essere scoperto o qualcosa di già conosciuto che merita di essere rivisto con occhi nuovi.

  • London’s tastiest places
    Lei si chiama Chiara, è l’autrice del foodblog Il Pranzo di Babette e ha messo insieme per un’amica in partenza una lista di golosi indirizzi londinesi. La mini guida “per un succulento week end” è la collezione di una serie di post dedicati alla Londra da mangiare.
    Ci ho ritrovato Books for Cooks e The Spice Shop, due indirizzi a Notting Hill che mi piace visitare, quando vado a Londra. La prima è una minuscola ma pienissima libreria di cucina, dove puoi anche sederti e gustare le ricette dei libri lì esposti e dove organizzano corsi per imparare a cucinare delicatezze varie. Il secondo è un negozio di spezie che sembra il laboratorio di una maga esotica ed è nella stessa via della libreria, proprio di fronte.
  • Ideo Eyes Open London. A field guide for the curious
    Già dal nome si capisce che non ci troviamo di fronte a una guida classica, ma piuttosto a una raccolta di suggestioni, soprattutto visive. Posti noti e meno noti, fotografie tentatrici, una grafica accattivante, un colorato formato pocket.

    Due posti che mi piacciono (tra i tanti):

    Crumbs and Doilies
    Perché “cupcakes are the new black”, come dicono nella guida, e quando si tratta di cupcakes da Crumbs and Doilies sanno il fatto loro. Le mini torte colorate sono così divertenti da sembrare un gioco.

    Monmouth Coffee Company
    Per un caffè accompagnato da pane e marmellata appena usciti dal Borough Market (ma c’è una filiale anche a Covent Garden). Attraversata la saracinesca che fa da ingresso ci si siede a un grande tavolo comune per guardare la folla del mercato davanti a una tazza fumante.

(foto tratte da Ideo Eyes Open London)

Taccuino:

London’s tastiest places
Scarica qui la versione in pdf della guida.

__________________________________________________________________________________

Ideo Eyes Open London. A field guide for the curious
di Fred Dust and IDEO
Chronicle Books Editore
Febbraio 2008
www.chroniclebooks.com

__________________________________________________________________________________

About these ads

2 pensieri su “Guide speciali per (ri)scoprire Londra

  1. Che onore che la mia guidina sia citata sul tuo blog :)
    Non conoscevo il Crumbs and Dolies ma alla prossima gita londinese sara` una delle tappe. Invece ti consiglio davvero di cuore di andare a bere un te` da Tea Smith, e` un luogo che trovo incantevole.

    Un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...